Mascali 1928, “mpidimentu pi giuvamentu”
|

Yari si presenterà per quello che è nella realtà, un’economista che ama la sua terra e la vuole valorizzare. Nei panni di “investitore potenziale”, esaminerai il documento di project financing che servirà come linea guida per incontrare le realtà economiche più rilevanti del territorio.
Si inizierà con un percorso per rivivere la disastrosa eruzione del 1928 e capire come i cittadini seppereo sviluppare la loro economia nonostante la disgrazia. Si visiterà un’azienda artigianale e una bio-agricola per consentire agli “investitori” di raccogliere elementi sufficienti per comprendere il grande potenziale di questa terra.
Al termine del sopralluogo gli “investitori” restituiranno la loro valutazione complessiva ai rappresentanti delle istituzioni locali. Non abbiamo dubbi che l’esito sarà positivo e in ogni caso non mancherà un brindisi celebrativo insieme ad una ricca degustazione dei migliori prodotti tipici locali.

Il riscatto di Linguaglossa
|

Nadia è una guida naturalistica esperta del territorio di Linguaglossa. Nei panni di una giovane bracciante dell’epoca fomenterà la ribellione verso il famigerato principe Bonanno. I contadini potranno riscattare la propria terra grazie alla vendita del vino e degli ortaggi coltivati presso la cascina più importante del paese. Grazie a questo impianto narrativo potrai immergerti insieme a Nadia e ai suoi amici nella storia di Linguaglossa, nelle sue radici culturali e sociali, imparerai a coltivare la vigna e la terra come i contadini siciliani si tramandano da generazioni.

La Cucina del Monsù dall’aristocrazia siciliana dell’800
|

Mariagrazia è specializzata nella gestione della produzione agricola per cui ci porterà ad incontrare alcune aziende agricole dove impareremo a valutare l’altissima qualità delle produzioni agroalimentari locali, trovando gli ingredienti necessari per una perfetta ricetta Monsù. Monica ci insegnerà a cucinare un piatto stagionale oltre a trasferirci l’arte di come si apparecchia la tavola secondo lo stile Monsù. Alla fine degusteremo il frutto del nostro lavoro facendo festa tra un racconto e un altro sulle tradizioni della cucina e dello stile di vita siciliano.

Con Zio Tanu ad Acireale per ritrovare le nostre radici
|

Elisa ti coinvolgerà con la familiarità di una parente ad immergerti nell’atmosfera siciliana, in una esperienza che mescola natura, mare, pesca, storie e tradizioni con i racconti di Zio Tanu e di tante altre persone locali che ti faranno sentire a casa tua in un caleidoscopio di odori e sapori tipicamente siciliani. Faremo festa a base di una bella mangiata di pesce in un ristorante tipico sul porto e non mancheranno le sorprese.

Grande Festa per i 1.000 anni di Roverello
|

Rosario, il nostro esperto del parco delle Madonie, scopre che ROVERELLO, uno degli alberi più anziani del bosco, compirà 1.000 anni fra pochi giorni. Viene a sapere che l’antico albero vorrebbe tanto organizzare una grande festa, ma è troppo vecchio e da solo non ce la può fare. Rosario, decide allora di prendere l’iniziativa per coinvolgere gli abitanti del paese.